lunedì 26 settembre 2016

La nostra UTE sempre più al centro del territorio - messaggio del nostro Rettore

Si apre il settimo anno accademico della nostra UTE “La Filanda”, con viva attesa tra tutti gli alunni, che quest’anno hanno a disposizione ben 58 corsi diversi.
Da sempre, fin dall'ormai lontano 2010, l’UTE di Arluno ha richiamato l’interesse non solo dei residenti in città, ma anche di numerose persone che gravitano su Arluno per le proposte culturali sempre più valide e perché i confini comunali si dilatano sostanzialmente, comprendendo almeno i comuni che hanno lo stesso “CAP” 20010.

Avevano visto bene i fondatori, i cioè i Lions del Club “Loggia dei Mercanti” di Milano, la Preside prof.sa Grassi, gli Arlunesi che tutt’ora costituiscono il Consiglio Direttivo della nostra Associazione e l’Amministrazione Comunale che ha fornito gli spazi: era un seme gettato che ha trovato terreno fertile nella grande disponibilità nel mettersi al servizio “degli altri” dimostrata in primo luogo dai Docenti (quasi tutti Arlunesi), e poi dal personale che lavora da anni, ovviamente senza retribuzione alcuna,  e “last but not least” dagli alunni, che negli anni hanno fatto a gara a chi frequentava più corsi, con diligenza ed impegno.



I cittadini di Vittuone, secondi per numero solo agli Arlunesi, hanno convinto la loro Amministrazione Comunale a collaborare, dando alcune sedi didattiche, tra cui per ben due anni la prestigiosa Sala Conferenze del Comune (ricordate le bimensili “Conferenze di Medicina”?) e dall’anno accademico scorso, grazie all’impulso del Presidente Cosimo Adavastro, cui fa seguito oggi quello del nostro storico Primo Presidente Mario Sestito (che è stato anche residente a Pogliano Milanese) si è aperta la sede staccata denominata brevemente “UTE Pogliano”.

Quest’anno abbiamo anche il patrocinio del Comune di Vanzago: l’UTE di Arluno diventa davvero un polo culturale al centro del suo territorio e fa convergere su di sé quelle persone che sanno e vogliono dare un contributo di pensiero e di azione concreta al servizio dei loro concittadini.

Questo è lo spirito “lionistico” del “we serve” e le sinergie in atto hanno portato ad effetti sensibili in termini di arricchimento delle strutture scolastiche e di iniziative supportate dalla UTE insieme alle Amministrazioni Comunali (Festa delle Donne, screening medici gratuiti, conferenze sullo stalking, supporto ad iniziative comunali, come la stampa del libretto sulla Costituzione e la distribuzione di buoni acquisto alle famiglie più indigenti, e così via).

A volte i membri delle Amministrazioni prestano la loro opera come docenti, come nel caso di Daniele Magistroni e di Ambrogina Ceriani, del Dott. Bagini, all’epoca sindaco di Vittuone, protagonista di una Conferenza di Medicina, e del suo successore, Arch. Stefano Zancanaro, che aprirà con una sua lezione il corso “Arte pubblica e monumenti urbani”.

Il nostro Presidente Mario Sestito tiene a sottolineare che innanzitutto l’UTE è un’associazione prettamente culturale, apolitica e senza fini di lucro e persegue scopi di volontariato e solidarietà con l’obbiettivo di creare spazi di aggregazione sociale e culturale.

Fin dalla sua nascita l’UTE ha fatto della trasparenza verso i soci e le istituzioni che la ospitano e la supportano il suo modus operandi. Per tale ragione il bilancio 2015/2016 sarà depositato presso la sede della UTE di Arluno a disposizione degli associati come tutti gli altri bilanci.

Anche sul rinnovato sito internet www.utearlunolafilanda.org è intenzione del Presidente presentare un Bilancio Sociale su quanto fatto in questi anni dai soci verso la comunità arlunese e non solo - sostenendo anche progetti di valenza e di interesse pubblico.

La UTE di Arluno si appresta a crescere a maturare e a trasformarsi da punto di aggregazione locale ad Università del territorio. Una sfida importante che vede oggi in campo diversi soggetti e tante amministrazioni: Arluno, Pogliano, Vittuone, Vanzago e quanti altri vorranno fare un pezzo di strada con noi, abbattendo da subito quei fenomeni di campanilismo non solo geografico che in una società sempre più interconnessa rappresentano più un limite che una vera opportunità. 

Un ringraziamento particolare va a tutti i Sindaci che hanno accettato di buon grado e con grande apertura che fosse l’UTE Arluno La Filanda con il proprio nome e la propria seppur giovane storia a essere il fulcro di un nuovo modo di far “cultura”. 

Prof. Alessandro Moro
Rettore della UTE di Arluno “La Filanda